Fili di trazione

I fili di trazione, posizionati in punti strategici del volto, hanno il compito di trazionare i tessuti ridisegnando i contorni del volto.

I fili di trazione: il lifting non chirurgico!


Per questo si parla anche di lifting non chirurgico: un vero traguardo nel campo della medicina estetica che permette di ottenere un risultato impeccabile in modo rapido e indolore e soprattutto ad effetto immediato, e senza traumi!

Niente bisturi vuol dire infatti niente postumi da intervento e niente rischi. I fili di trazione, anche detti fili di sospensione, rappresentano una grande novità nel campo della medicina estetica grazie alle innovazioni tecnologiche che riguardano i materiali utilizzati e anche la tecnica di impianto.

Per quello che riguarda il materiale dei fili che Oculoplastica Bernardini raccomanda, si tratta dei fili in PDO (Polidiaossanone) un materiale riassorbibile super sicuro, usato da anni nella cardio-chirurgia pediatrica.

L’impianto prevede il passaggio di cannule contenenti il filo, attraverso i tessuti precedentemente anestetizzati e quindi senza dolore, di due o più coppie di fili a seconda del distretto da trattare. I fili inseriti, grazie alle spine bidirezionali, afferrano il derma e lo trazionano secondo il vettore desiderato.

Aree da trattare

La principale indicazione è il lifting malare o del mid-face dove in media si utilizzano tre fili per lato per ottenere un sollevamento naturale dello zigomo, una correzione della piega naso-labiale e il ripristino di una forma più giovane del distretto medio-facciale.


Linea della mandibola – collo: anche qui con 2-3 fili per lato la definizione del contorno dalla mandibola e il riposizionamento delle lassità medio-leggere del collo sono ottimi bersagli dei fili di trazione.


Ultimo, ma non meno inmportante, abbiamo il trattamento della coda del sopracciglio nella cosiddetta tecnica dell’occhio da gatta, in cui l’impianto dei fili permette di stirare la coda del sopracciglio e dell’angolo dell’occhio ottenendo un effetto wow immediato.





Risultati del trattamento

I risultati sono immediatamente visibili e naturali, in quanto non determinano alcun effetto di riempimento ma solo ‘stiramento’, ‘riposizionamento’ o ‘sollevamento’ dei tessuti.

I risultati sono molto tecnica-dipendenti, e solo una conoscenza approfondita dell’anatomia ed un corretto canone estetico naturale permette di trovare i vettori corretti ed eseguire la tecnica più appropriata e personalizzata. La durata del trattamento varia da 8 a 12 mesi ed è ripetibile.

Apri la chat
Scrivici ora!
Possiamo esserti utili?