Blefaroplastica orientale o asiatica

Scopriamo la blefaroplastica orientale

blefaroplastica asiaticaLa chirurgia estetica dello sguardo nella popolazione asiatica sta aumentando anche in Italia ed ha un impatto molto importante sui pazienti. L’anatomia delle palpebre è diversa nella popolazione asiatica da quella caucasica e la conoscenza ed il rispetto di queste variazioni anatomiche permette di ottenere il risultato ottimale anche nei pazienti che appartengono a questa etnia.

Chinese version here: 东方或亚洲眼睑整形术

blefaroplastica orientale
foto 1: tipi di forma di piega palpebrale orientale che si possono eseguire

In particolare la palpebra superiore presenta alcune variazioni razziali significative, tra cui le principali sono le seguenti: la piega della palpebra superiore é molto bassa (3-4 mm dalle ciglia) vicino al margine ciliare, mentre nei caucasici é molto più alta (8-9mm dalle ciglia).

blefaroplastica orientale
foto 2: posizione della piega; a sinistra bassa (3-4mm), media al centro (6mm) e alta (8mm). più alta la piega palpebrale più occidentale l’effetto

Inoltre il solco palpebrale superiore é sempre pieno e non scavato: la combinazione di una piega palpebrale bassa ed un solco pieno determina una palpebra superiore continua dal sopracciglio al margine ciliare, che é tipica della etnia orientale.

blefaroplastica orientale
foto 3: pre op a sinistra e post op a destra con piega media (4-5mm)

Al canto interno, vicino al naso la palpebra inferiore presenta una piega più o meno evidente, che si chiama piega epicantale. Il taglio del canto esterno, così più alto rispetto al canto interno, associato ad una piega palpebrale superiore bassa, ad un solco palpebrale superiore pieno ed alle pieghe epicantali caratterizza il cosiddetto occhio a mandorla.

blefaroplastica orientale
foto 4: pre e post con piega riformata in basso (3mm)

Ovviamente ci possono essere variazioni individuali anche significative, ma il rispetto di questi concetti anatomico permette di ottenere i risultati desiderati. Non tutti gli asiatici desiderano uno sguardo occidentale nella mia esperienza, anzi la stragrande maggioranza desidera un ringiovanimento, ma con un mantenimento delle caratteristiche dello sguardo naturale. In tutto ciò i meccanismi di invecchiamento dello sguardo sono analoghi per occidentali caucasici e orientali… aumento della pelle e gonfiore nelle palpebre superiori e borse nelle palpebre inferiori.

blefaroplastica orientale
foto 5: blefaroplastica inferiore pre e post

Come procedere dunque per ringiovanire lo sguardo orientale mantenendone intatte le caratteristiche di appartenenza razziale? Si esegue sempre una blefaroplastica, ma con alcuni trucchi specifici da applicare alla popolazione orientale.

Per le palpebre superiori, l’incisione viene fatta nella piega naturale, per quanto bassa sia con minima escissione di grasso, solo laddove ci siano evidenti eccessi. Spesso é necessario confrontare le foto del paziente in età giovanile per valutare l’entità di tessuto che é necessario rimuovere. Al termine, durante la sutura della cute, la piega naturale viene riformata nella stessa posizione originaria.

Per le palpebre inferiori, si rimuovono le borse per via interna con escissione o riposizionamento del grasso palpebrale presente. Nessuna incisione esterna nelle palpebre inferiori e rispetto totale del disegno e della forma dell’occhio orientale. Nei casi di richiesta di occidentalizzare lo sguardo allora interveniamo modificando leggermente le caratteristiche orientali agendo sia sulle palpebre superiori che nelle palpebre inferiori.

Nelle palpebre superiori la piega palpebrale viene alzata a 8-9 mm creando così una doppia palpebra superiore, il grasso viene rimosso nella palpebra superiore in maniera abbastanza aggressiva per approfondire il solco superiore. Con questa tecnica si mantiene il taglio a mandorla, ma si rende meno marcatamente orientale lo sguardo.

Nelle palpebre inferiori si interviene sempre per via interna per rimuove il grasso o riposizionarlo, ma al termine si esegue una piccola incisione 3mm sotto le ciglia per formare una piega inferiore. Le pieghe epicantali nasali ed il canto esterno non vengono modificati. Il risultato é naturale e non sono comunque visibili cicatrici esterne.

[ess_grid alias=”blefaroplastica grid”]

Apri la chat
Scrivici ora!
Possiamo esserti utili?