Esoftalmo

Quando parliamo di esoftalmo ci riferiamo ad una sporgenza eccessiva del bulbo oculare di uno o entrambi i lati.

La causa più frequente di esoftalmo è l’orbitopatia tiroidea, una particolare condizione di trasformazione degli occhi che si verifica in conseguenza di una malattia immunitaria che colpisce la tiroide e si manifesta con occhi eccessivamente sporgenti, gonfiore palpebrale ed eccessiva apertura palpebrale o retrazione palpebrale.

Spesso si associa all’esoftalmo l’eccessiva apertura delle palpebre, la retrazione palpebrale, che contribuiscono ad aumentare l’effetto della sporgenza del bulbo.

In alcuni pazienti si può avere un miglioramento del quadro oculare con la terapia appropriata per la tiroide, ma spesso il danno è permanente e richiede una soluzione chirurgica.

Trattamento dell’orbitopatia tiroidea

Questa malattia presenta tipicamente due fasi:

  • la fase infiammatoria, attiva: è la prima fase ed ha una durata variabile da 6 a 18 mesi mediamente e tende a risolversi spontaneamente. In questa fase il paziente deve essere seguito dall’endocrinologo per ottenere una stabilizzazione della funzione tiroidea che può essere raggiunta con terapia medica (tapazole), soppressiva (radioiodio) o chirurgica (tiroidectomia).
    Al tempo stesso i disturbi oculari che devono essere valutati e gestiti insieme all’oculista, includono primariamente l’uso di cortisone la cui somministrazione può avvenire per via endovenosa, per bocca oppure con infiltrazioni locali fatte nella palpebra inferiore che permette di ridurre le complicazioni sistemiche e massimizzare l’effetto terapeutico oculare.
  • la fase quiescente, fibrotica: è la fase che segue all’esaurimento dell’infiammazione ed è caratterizzata da una stabilizzazione completa dei segni e sintomi oculari, senza segni di infiammazione.L’occhio è bianco, l’edema ed il rossore sono spariti, ma i danni avvenuti nella fase attiva che non sono migliorati spontaneamente o con il cortisone sono permanenti.
    In questa fase il trattamento medico è inefficace e anche se la funzione tiroidea è normalizzata non ci si può aspettare ulteriore miglioramento.E’ in questa fase che entra in gioco il chirurgo, il quale, accertato che il quadro si è stabilizzato almeno da 6-8 mesi, può offrire al paziente una riabilitazione estetica ricostruttiva completa ed efficace.



 

Terapia chirurgica dell’esoftalmo

La decompressione orbitaria è l’intervento che si esegue per correggere l’eccessiva sporgenza dei bulbi oculari (esoftalmo) utilizzando delle tecniche mini-invasive, senza cicatrici visibili ed in regime di day surgery.

La tecnica prevede l’ampliamento dello spazio orbitario osseo grazie alla rimozione delle due pareti orbitarie più sottili che confinano con i seni nasali.

Un secondo intervento può essere necessario per la correzione della retrazione palpebrale superiore ed inferiore, associandola anche alla rimozione del grasso in eccesso, se necessario.

Al termine della fase chirurgica il paziente dovrebbe essere il più possibile simile allo stato di pre-malattia.


Video decompressione orbitaria per Correggere Esoftalmo: guarda su YouTube


Foto prima e dopo la correzione dell’esoftalmo

esoftalmo
A sinistra: giovane paziente con significativo esoftalmo e gonfiore palpebrale.
A destra: aspetto post-operatorio 2 mesi dopo decompressione orbitaria e blefaroplastica associata.

esoftalmo francesco bernardini 1

esoftalmo francesco bernardini 2

esoftalmo francesco bernardini 3

 


Qui trovi altre foto prima e dopo di casi trattati dal Prof. Francesco Bernardini


Le raccomandazioni della American Society of Ophthalmic Plastic and Reconstructive Surgery

There are many causes of ptosis including age related weakening of the muscle, congenital weakness, trauma, or sometimes neurologic disease. As we age, the tendon that attaches the elevator muscle, the major muscle that lifts the eyelid can stretch and cause the eyelid to fall.

This represents the most common cause of a droopy eyelid. Ptosis may also occur following routine lasik or cataract surgery due to stretching of the muscle or tendon. Children may be born with ptosis or may acquire it due to trauma or neurologic reasons.


Apri la chat
1
Scrivici ora!
Possiamo esserti utili?