Attività Umanitarie

Aiutare chi ne ha bisogno. Con il mio lavoro ho la possibilità di farlo. Posso mettere a disposizione le mie competenze per aiutare pazienti e colleghi che vivono in zone meno fortunate. Oltre 45 milioni di persone nel mondo sono cieche, di cui l’80% potrebbero non esserlo. La loro cecità potrebbe essere prevenuta o curata, ma purtroppo vivono in aree dove le cure non sono disponibili.

OrbisDa anni faccio parte di ORBIS, un’organizzazione no-profit nata per combattere le malattie dell’occhio ed insegnare ai medici locali le tecniche più aggiornate che non possono imparare perchè non hanno la disponibilità economica di frequentare corsi di alto livello all’estero. Orbis nasce per offrire tutto questo: curare, ma soprattutto insegnare ai medici migliori delle aree depresse del mondo.

In Etiopia ci sono 95 oculisti per 75 milioni di abitanti

Con il proprio ospedale volante a bordo di un DC-10 appositamente equipaggiato con sala operatoria, le equipe di Orbis si alternano svolgono importanti missioni in moltissimi Paesi. Durante questi periodi il personale medico e gli infermieri specializzati condividono esperienze e insegnano al personale del luogo, esattamente come si farebbe in un corso di specializzazione in una prestigiosa università americana.
Questo consente di attivare un circolo virtuoso che dà fiducia ai medici delle nazioni più sfortunate, i quali si sentono meno isolati dal resto della comunità scientifica internazionale e possono a loro volta insegnare ad altri colleghi medici.

Grazie ad Orbis luoghi come Africa, Bangladesh, Cina, India, Vietnam, America Latina sono stati visitati ripetutamente ottenendo grandi successi e hanno stimolato la nascita e la crescita di centri permanenti di cura in molte zone. Inoltre si è sempre cercato di trasmettere la consapevolezza alle popolazioni che la cecità può essere evitata e prevenuta in molti casi.

Dopo la partenza dell’ospedale volante, tutto il materiale educativo e i video degli interventi è consegnato alle istituzioni locali per poterlo riutilizzare in altre sessioni formative. Un oculista di ORBIS si reca ogni due mesi nella nazione dove è stato attivato il programma per visitare i pazienti con i medici locali. Eccomi con Orbis ad Addis Abeba – Servizio della trasmissione Superquark di Rai UNO

Parte seconda:

Apri la chat
1
Scrivici ora!
Possiamo esserti utili?