Medicina Estetica – Soluzioni non invasive per il viso

trattamenti viso medicina estetica


La medicina estetica viene praticata oggi da una moltitudine eterogenea di medici che spazia dall’odontoiatria alla ginecologia. Alcune branche, per formazione, hanno davvero poco a che fare con l’estetica del viso. L’Oculoplastica, meglio definita chirurgia plastica oculofacciale, prepara il medico, in un’ottica ultra-specialistica, a riconoscere e trattare i difetti estetici che riguardano il viso nel suo complesso, con un’attenzione particolare rivolta allo sguardo.

Gli interventi mirati al miglioramento dell’aspetto estetico dello sguardo avranno un impatto su tutto il volto. Gli occhi, da sempre, sono la parte più delicata del volto e da diversi studi scientifici è emerso che la regione perioculare è il primo campanello di allarme nella percezione di stanchezza ed invecchiamento del viso. Lo sguardo è l’area che tradisce i primi segni dell’età; un recente studio svolto dall’Università di Filadelfia, che ha preso a campione la popolazione composta dalle pazienti femminili di età compresa tra i 40 ed i 65 anni, ha fatto emergere un dato interessante: il trattamento di medicina estetica più richiesto è il miglioramento dello sguardo (80% delle pazienti), a seguire il trattamento delle guance (26%) e infine le labbra (solo 15%).

Oggi il mercato offre numerose opzioni non-invasive dedicate al miglioramento dello sguardo con effetti immediati e naturali. Prima di sottoporci ad un trattamento di medicina estetica non dobbiamo dimenticare che la zona perioculare rappresenta un’area di difficoltà assoluta data la complessità dell’anatomia delle strutture che la compongono, la delicata funzione e l’impatto estetico su tutto il viso. Un errore che non lascerebbe nessun effetto visibile nelle guance sarebbe percepibile immediatamente a livello dello sguardo con conseguente impatto negativo sul volto.

Nell’attività che svolgo da più di 20 anni è estremamente importante l’evoluzione crescente della medicina estetica: il medico deve capire le indicazioni che consentono l’uso di soluzioni non invasive e preferire la soluzione chirurgica se quest’ultima è l’unica strada percorribile per risolvere l’inestetismo. Non tutti i pazienti sono canditati alla soluzione non invasiva: il compito dello specialista è quello di guidare il paziente verso la tecnica migliore personalizzando il piano di intervento. Gli occhi sono il centro della mia expertise, ma come chirurgo plastico oculo-facciale la mia attenzione è rivolta a tutto il volto per ottenere un risultato armonico che ottimizzi il risultato finale.

Oculoplastica Bernardini offre la combinazione di numerose tecniche di ringiovanimento: i trattamenti estetici vengono eseguiti personalmente dal dottor Bernardini e il decorso post trattamento è seguito in maniera scrupolosa dal team specializzato per assicurare il miglior risultato nel tempo.

La medicina estetica non invasiva del viso comprende tutti i trattamenti medici che si possono eseguire in ambulatorio senza un atto chirurgico e consente di ringiovanire il viso in modo soft e graduale senza creare alterazioni profonde e irreversibili.

Proponiamo ai nostri pazienti speciali trattamenti personalizzati di medicina estetica dedicati al viso, unendo l’efficacia di procedure all’avanguardia non invasive e la qualità e la sicurezza dei materiali utilizzati.

La medicina estetica, oggi, permette di ottenere variazioni di pochi millimetri che, pur non alterando l’aspetto naturale, consentono come un effetto ‘photoshop’, di ottenere la versione migliore di se stessi.
Nel passato le soluzioni proposte, per essere efficaci, rischiavano di alterare in maniera permanente i lineamenti. I prodotti di nuova generazione usati con tecniche di iniezione all’avanguardia ed in continua evoluzione mi permettono di sposare una nuova filosofia di risultato: l’effetto ideale è quello della totale naturalezza, lo specchio deve restituire al paziente una immagine giovane e fresca con i lineamenti immutati. L’intervento del medico deve essere invisibile agli occhi altrui… un gioco di prestigio basato su proporzioni ed equilibri sottili.
Proponiamo una guida alle soluzioni non invasive di medicina estetica, adatte a risolvere i classici inestetismi legati all’invecchiamento cutaneo (come le rughe che conferiscono al volto un aspetto perennemente stanco e triste) e gli inestetismi costituzionali.

Principali trattamenti di medicina estetica antiaging per il viso

  1. Filler con acido ialuronico
  2. Filler idrossiapatite di calcio
  3. Fili riassorbibili di trazione e sospensione
  4. Lipofilling
  5. Rigenerazione cutanea e biostimolazione
  6. Soft Surgery con Plexr
  7. Micro-Botox

1. Filler con acido ialuronico

L’infiltrazione di acido ialuronico trova la sua indicazione principale nel viso ed il suo uso oggi non è più limitato solo alla correzione delle rughe come i solchi naso genieni (quelli ai lati del naso), e le zampe di gallina. Oggi il trattamento con filler permette di ripristinare i volumi di tutto il viso, trattare la lassità cutanea secondaria alla perdita dell’elasticità della pelle e migliorare l’idratazione della pelle. Sempre un numero crescente di pazienti ricorre oggi alle “famose” punture di acido ialuronico, e l’Italia è il quarto mercato mondiale per trattamenti con filler.

Il mercato è in crescita esponenziale e a lungo termine “tutti’ ricorreremo ai trattamenti mini-invasivi per mantenerci giovani e per invecchiare senza perdere la piacevolezza del nostro viso. Il trattamento con fillers a base di acido ialuronico è il “trattamento principe” dei trattamenti proposti in medicina estetica perché ha notevoli punti di forza: facilità di trattamento che viene eseguito in ambulatorio in breve tempo; rapidità di recupero, specialmente se eseguito con cannule; immediatezza del risultato; lunga durata del trattamento; e sicurezza nelle mani di iniettori esperti.

L’iniezione si effettua nello spessore del derma a profondità variabile a seconda della zona da trattare: si tratta di inoculazioni normalmente indolori, grazie anche al tipo di ago o, meglio ancora, al tipo di cannula utilizzato che è molto sottile.
I nuovi prodotti sono disponibili miscelati con soluzione anestetica per ridurre al minimo ogni fastidio. Il paziente lascia l’ambulatorio senza alcun segno visibile.


L’effetto correttivo di Radiesse è immediatamente visibile dopo il trattamento. L’azione riempitiva corregge efficacemente lo svuotamento di zigomi, guance e tempie, distende le rughe naso-labiali e quelle della marionetta, caratterizza il mento e armonizza l’ovale del volto ridefinendo la linea mandibolare.

Mentre viene gradualmente riassorbito, Radiesse produce il suo secondo effetto stimolando la produzione di nuovo collagene e nuova elastina. Questi ultimi rinforzano la pelle rendendola più tonica ed elastica e donano al viso un effetto lifting raffinato e naturale.
Nell’arco delle settimane successive al trattamento, la formulazione di Radiesse induce la pelle a ristrutturarsi dall’interno. Questa rigenerazione cellulare si manifesta all’esterno con una maggiore luminosità del volto e una diversa consistenza della pelle che risulta più levigata e dal colorito più uniforme.


2. Filler idrossiapatite di calcio (come il Radiesse)

Radiesse® è la gamma di filler innovativa e specifica approvata FDA. La sua esclusiva formulazione a base di idrossiapatite di calcio consente di ottenere una triplice azione con risultati che durano nel tempo: ridefinire il contorno del volto, produrre un effetto lifting naturale, ridistribuire i volumi rendendo la pelle più tonica e luminosa grazie all’azione bio-stimolante.
Il prodotto è totalmente riassorbibile, ha un potere liftante unico che consente di modellare i contorni del volto con assoluta naturalezza, garantendo un miglior comfort in fase di trattamento.

L’effetto correttivo di Radiesse è immediatamente visibile subito dopo il trattamento. L’azione riempitiva corregge efficacemente lo svuotamento di zigomi, guance e tempie, distende le rughe naso-labiali e quelle della marionetta, caratterizza il mento e armonizza l’ovale del volto ridefinendo la linea mandibolare.

Durante il graduale riassorbimento, Radiesse attiva il suo secondo effetto: le microsfere di idrossiapatite di calcio stimolano la naturale produzione di elastina e di nuovo collagene. Questi ultimi rinforzano la pelle rendendola più tonica ed elastica e donano al viso un effetto lifting raffinato e naturale. Nelle settimane successive al trattamento, la formulazione di Radiesse induce la pelle a ristrutturarsi dall’interno: la rigenerazione cellulare dona una maggiore luminosità e compattezza della pelle che risulta più levigata e con un colorito più uniforme.


3. Fili riassorbibili di trazione e sospensione

fili di trazione silhouette
I fili di trazione e sospensione rappresentano una tecnica efficace e sicura in grado di ottimizzare il ringiovanimento della parte centrale ed inferiore del volto, specialmente guance e linea mandibolare.
L’impianto di fili è una metodica semplice, che si esegue in ambulatorio, similmente ad una iniezione di filler, con tempi di recupero immediato.

In molti casi l’impianto permette di ritardare o evitare procedure più invasive, come il lifting tradizionale, procedure che lasciano ancora cicatrici e hanno tempi di recupero molto lunghi.

In particolare, se accoppiati ad altri trattamenti non invasivi, come filler e botox, i fili di trazione aiutano a definire la linea mandibolare e sollevare la guancia. Nella mia esperienza queste sono le due indicazioni più performanti per l’impiego di fili. Come chirurgo plastico oculofacciale, propongo il trattamento con fili per offrire risultati naturali senza il rischio dell’effetto “viso gonfio”. L’obiettivo è quello di migliorare la tonicità e sollevare i tessuti senza gonfiare. I fili che prediligo sono fili di trazione o in PDO Elevance o in Polilattico (Silhouette); entrambi garantiscono una forte trazione dei tessuti grazie a due diversi sistemi di “ancoraggio”: “spine” per i fili in PDO Elevance e “coni” per i fili in polilattico Silhouette.

I vantaggi dei fili moderni sono molteplici:

  • sollevano e non gonfiano;
  • si usano in aree specifiche, difficili da trattare con filler e botox, permettendo di ampliare il campo di azione dei trattamenti non invasivi;
  • agiscono con un doppio effetto:
    • quello immediato dovuto al filo e
    • quello secondario, a lungo termine, da attribuire alla reazione di neo-collagenesi che ha luogo nei tessuti lungo il filo, tale reazione aumenta la compattezza dei tessuti, contrastando la naturale lassità conseguente all’invecchiamento;
  • sono riassorbibili completamente nel tempo e non lasciano traccia dopo il riassorbimento.

Effetto “sguardo stirato” (snatched): soluzione dedicata all’estetica dello sguardo novità assoluta di Oculoplastica Bernardini.

Obiettivo: stiramento della coda del sopracciglio, sollevamento zigomi, ripristino del forma triangolare del viso e correzione delle naso-labiali.

Effetto: stirato e sollevato naturale
Tecnica: fili in PDO in ambulatorio. No dolore
Durata: tra gli 8 e i 12 mesi
Costo: variabile a seconda del numero di fili e personalizzazioni



4. Lipofilling

Il lipofilling è una metodica che consiste nel prelievo del grasso autologo presente in determinate aree corporee in cui è naturalmente presente in maggior quantità, come addome, fianchi, cosce, e nel successivo reimpianto, dopo specifico trattamento, in altre regioni del corpo dove risulti necessario, frequentemente sul viso.

Il tessuto adiposo (grasso) viene aspirato dove è in eccesso con piccole cannule collegate a siringhe e impiantato, dopo alcuni minuti, nell’area interessata dal trattamento.

Grazie alle dimensioni ridotte del diametro delle cannule, il grasso può essere reimpiantato in superficie, quindi più vicino alla pelle rispetto al lipofilling tradizionale, dove la funzione rigenerativa propria del grasso è ottimizzata per garantire uno spiccato miglioramento della qualità della pelle.

La metodica SEFFI è un’ottima fonte di volume che permette di ripristinare la costante perdita di turgore nel viso che si verifica a partire dal compimento del trentacinquesimo anno di età; questo ripristino dei volumi si ottiene in maniera naturale, ma significativa. Nessun effetto protesi o “a canotto”, bensì un effetto riempitivo naturale che rende il viso fresco e più giovane.


Il SEFFI è la soluzione adatta ad ogni tipo di paziente: utilizza il grasso autologo per un ripristino dei volumi e per una rigenerazione della pelle al tempo stesso. Può essere fatto separatamente oppure in associazione ad altri trattamenti chirurgici, in particolare alla blefaroplastica o al lifting endoscopico.


5. Rigenerazione cutanea e biostimolazione

Offriamo una vasta gamma di trattamenti che hanno un effetto di rigenerazione cutanea; le proposte spaziano dalle cellule staminali del grasso, all’uso di fili di stimolazione, a filler a base di acido ialuronico, con l’ottimizzazione del risultato grazie alla combinazione dei suddetti trattamenti.


6. Soft Surgery con Plexr

Il Plexr è un ausilio alla chirurgia ed alla medicina estetica che permette, grazie alla tecnologia al plasma, di offrire soluzioni soft in ambito ambulatoriale.
Utilizzo il Plexr per rimuovere tutte le lesioni della pelle, dagli xantelasmi alle neoformazioni cutanee, permettendo un recupero rapido ed accelerato. Può essere sapientemente utilizzato anche per tensionare la cute palpebrale in eccesso.


7. Micro-Botox

Basta facce al Botox! Oggi non è più obbligatorio scegliere tra un aspetto naturale con le rughe che si fanno più evidenti con il passare degli anni o un viso congelato, immobile, al Botox. Il micro-botox è una nuova tecnica di preparazione ed iniezione del Botox con consiste nell’impiego di micro boli di botox super diluito a livello superficiale della pelle, in corrispondenza dell’inserzione cutanea dei muscoli mimici.

Il risultato è che non si blocca più la funzione del muscolo, ma solo la quantità delle rughe che si formano sulla pelle. Un altro vantaggio di tale tecnica è quello di permettere di essere utilizzato anche nella parte inferiore del viso, per le rughe intorno alle labbra, mento e collo.

Il Botox continua ad essere il trattamento medico più efficace per gli occhi, ed oggi trattando tutto il viso con questa nuova tecnica i risultati sono ulteriormente migliorati.
Anche la sicurezza è migliorata! Il Botox è un trattamento sicuro al 100%, basti pensare che è utilizzato in medicina dai neurologi da oltre 40 anni per il trattamento di spasmi muscolari con dosi 10 volte superiori a quelle estetiche.
E’ sempre importante rivolgersi all’esperto perché il risultato dipende totalmente dalla mano dell’operatore!


Conclusioni
Le soluzioni non invasive sono sempre più richieste e consentono una rapida espansione dei trattamenti proposti in medicina estetica, oggigiorno sempre più sicuri, naturali ed efficaci.
La filosofia che adottiamo in Oculoplastica Bernardini è quella di perseguire l’eccellenza: usiamo solamente materiali di prima scelta, approvati dalla FDA americana o con il marchio CE, garantendo la massima qualità del prodotto usato, unita ad una expertise all’avanguardia.
Tutte le soluzioni che vi ho elencato sono valide ma il massimo del risultato è garantito esclusivamente dalla personalizzazione del trattamento: al paziente consigliamo di lasciarsi guidare dai consigli dell’esperto che, caso per caso, traccia la strada da seguire proponendo anche soluzioni chirurgiche oge fossero le più indicate, che vanno ad aggiungersi alle tecniche non invasive per il ringiovanimento del volto.

Se anche tu stai contemplando l’idea di rinfrescare lo sguardo e ridare luce a tutto il viso, la medicina estetica potrebbe essere un valido alleato: oggi puoi ringiovanire con naturalezza e in tempi rapidi, in totale sicurezza, già con una sola seduta in ambulatorio.

Apri la chat
Scrivici ora!
Possiamo esserti utili?